Bancadellecase

dic 16
2011

Intervista ad Andrea Sorrentino, Presidente Cons. Ag. Immobiliari Fvg editore del portale Bancadellecase.it

Francesco Beraldo: Ciao Andrea cominciamo la nostra intervista parlando del Real Estate in Italia; fonti autorevoli dicono che questo settore non sia ancora uscito dal momento di stallo iniziato qualche anno fa. La quotidiana interazione con gli agenti immobiliari, vi porta a confermare la tanto discussa “crisi del settore immobiliare”, o in realtà l’andamento negativo si sta avviando ad una fine e ci sono le basi per il rilancio?

Andrea Sorrentino:

Innanzitutto voglio farti i complimenti per un’iniziativa intelligente quale questo blog che ci ospita, ed alla quale auguro lo stesso successo che finora vi accompagna.
Crisi è una parola che poco ci piace usare, e che grazie al lavoro costante di questi anni non possiamo dire abbia toccato il nostro portale Banca delle Case. Tutti i dati sull’immobiliare in Italia parlano di rallentamento, di maggiori difficoltà nella conclusione degli affari e soprattutto di tempi molto più lunghi, praticamente raddoppiati. Il periodo ovviamente non è facile, e gli agenti immobiliari si stanno adeguando in vari modi per far fronte ad un nuovo modo di lavorare: da anni si teme una drastica riduzione del numero di agenzie immobiliari, o agenti immobiliari freelance, ma i dati in nostro possesso parlano di poche agenzie che hanno chiuso, mentre ce ne sono parecchie in cui ci sono stati nuovi assetti societari, collaborazioni maggiori con altri colleghi, fusioni o sinergie in essere tramite la condivisione del pacchetto immobili, per essere in grado di rispondere meglio e prima alle richieste dei clienti.

Francesco Beraldo: Siamo alla fine del 2011 ed è momento di  fare il punto della situazione; analisi dell’andamento annuo, cambiamenti intervenuti e adesioni. In questo momento, guardando all’anno in chiusura, quali sono stati i risultati di 12 mesi di lavoro? Quali sono stati i cambiamenti che avete apportato nella vostra strategia di promozione e nei servizi offerti agli agenti immobiliari e agli utenti che navigano nel portale Bancadellecase.it?

Andrea Sorrentino:

Come accennavo, il portale ha mantenuto il suo trend positivo, che in termini di visitatori si attesta ad oggi su un + 20% sui visitatori unici rispetto al2010, afronte di una crescente base di agenzie immobiliari aderenti e di annunci, ormai a quota 50.000. Tra le novità del sito, l’apertura della banca dati verso replicatori di annunci (quali Soluzione Portali) che permettono alle agenzie di ottimizzare le loro attività quotidiane nella pubblicazione degli annunci immobiliari. La strategia promozionale è sempre un cocktail tra posizionamento organico (seo) ed attività di marketing, dal pay per click alla collaborazione con altri siti e meta motori di settore che permettono visibilità su utenti altamente targettizzati

Francesco Beraldo: Quali consigli potresti dare agli agenti immobiliari che utilizzano Bancadellecase.it, per aumentare il numero di contatti e l’interesse di chi cerca casa?

Andrea Sorrentino:

Questa domanda mi permette di spiegare un meccanismo fondamentale alla base della nostra filosofia di lavoro: vengono premiati gli annunci più completi, quindi è fondamentale dare più informazioni possibile agli utenti, partendo dalle foto, le planimetrie, i video, ma soprattutto prezzi, metri quadri, riscaldamento, indirizzo o zona, data di aggiornamento, grado di interesse degli utenti, oltre a tante altre informazioni accessorie quale, siamo stati tra i primi ad inserirla, la classe energetica, che dal 1° gennaio 2012 sarà obbligatorio includere in tutte le pubblicazioni, creando come sappiamo non poco scompiglio tra gli agenti immobiliari.

Francesco Beraldo: Il “mobile” in Italia sembra non essere solo una moda passeggera, ma un fenomeno che sta assumendo dimensioni notevoli. Si stima che nel 2013 ci sarà il sorpasso della navigazione del “mobile” rispetto a quella da Pc. Avete riscontrato segnali che possono confermare questa tendenza? Bancadellecase.it ha intenzione di dedicare delle risorse allo sviluppo di questa nuova modalità di naviga?

Andrea Sorrentino:

Anche qui ti do alcuni dati, sempre prendendo il 2010/2011 come riferimento, abbiamo notato che degli utenti da dispositivi mobili sono triplicati, dove l’iphone e l’ipad la fanno da padroni, seguiti dai dispositivi basati su Android. In questo senso ci siamo già mossi e stiamo sviluppando versioni ottimizzati dei nostri siti e software gestionali. Crediamo meno alle applicazioni dedicate ritenendo più intelligente sviluppare soluzioni trasversali che permettano la fruizione dei contenuti ai diversi browser e dispostivi mobili.

Francesco Beraldo: La fine del 2011 è non solo il momento in cui fermarsi a valutare il passato, ma anche per definire gli obiettivi del prossimo anno. Quali sono i principali traguardi che vi aspettate di raggiungere nel2012, in termini di numeri, sviluppo, servizi offerti e attenzione alle nuove esigenze delle agenzie immobiliari?

Andrea Sorrentino:

Il nostro obiettivo è continuare ad ampliare i servizi collegati al portale, sempre in relazione all’attività delle agenzie, servizi che snelliscano l’operatività delle agenzie ed amplifichino sempre di più l’incontro tra domanda ed offerta, anche per aiutare gli investitori delusi, che in questo momento sono tanti, a ponderare meglio le scelte degli immobili, offrendo loro un sempre più ampio ventaglio di informazioni. In termini numerici, non ci aspettiamo rivoluzioni, ma di mantenere il costante livello di crescita che da anni ci contraddistingue, a giorni toccheremo quota 50.000 annunci presenti, proprio a fine anno.

Francesco Beraldo: I maggiori soggetti che intervengono nelle scelte pubblicitarie degli agenti, sono sempre ancora due: carta stampata e Web. Sembra però che stiamo assistendo ad una “diatriba” che non dà segnali incisivi né verso un settore, né verso l’altro. Come pensate stia andando questa sfida? 5 anni fa la maggior parte della pubblicità era su carta, mentre il Web era ancora per pochi; secondo voi, come è cambiato, oggi, l’investimento delle agenzie su questi due mezzi pubblicitari?

Andrea Sorrentino:

Come sai, la diatriba la conosciamo bene, essendo editori sia del free press “Corriere Casa” che del portale “Banca delle Case”. Da anni si parla dell’imminente morte del cosiddetto  supporto cartaceo, ma come si spiegherebbero le centinaia di pubblicazioni (solo immobiliari) ancora presenti sul territorio italiano? La carta ha subito sicuramente una flessione, i costi di distribuzione e stampa (carburante e carta) sono cresciuti in maniera impressionante, e di conseguenza i costi delle pubblicazioni ha dovuto adeguarsi ai costi, ma ancora molti sono gli Italiani che cominciano, anche in modo casuale, la ricerca dell’immobile, per poi approfondirla al bar con il proprio Smartphone o a casa dal proprio pc. Della crescita del web abbiamo già parlato, e ti confermo che proprio in virtù di un nuovo modo di lavoro ormai metabolizzato dagli agenti immobiliari, vi è una crescita di fiducia nei confronti dei servizi web, finalmente ritenuti inderogabili, e conseguentemente c’è un graduale spostamento degli investimenti da carta a web, con l’adesione ai portali e campagne di marketing ad hoc

Per concludere, un’ultima domanda riservata al portale Bancadellecase.it. Nel vostro portale dichiarate che è consentita la pubblicazione di annunci immobiliari solo da parte delle agenzie. Molti vostri “colleghi” hanno invece aperto alla pubblicazione di proposte immobiliari anche ai privati; quale è il motivo del vostro desiderio di non consentire ai privati di accedere ai vostri servizi? Analizzando la situazione attuale, e visto l’incremento di immobili in vendita, senza l’ausilio dell’intermediario, pensate che tale scelta abbia favorito e tutelato oppure no, l’utilizzo di Bancadellecase.it?

Andrea Sorrentino:

Lavoriamo in questo settore dal 1999, Banca delle Case esiste dal 2000 ed è stato uno dei pionieri tra i portali immobiliari. Da sempre i nostri media consentono la pubblicazione solo agli agenti immobiliari, che con la loro figura devono tutelare i consumatori, verifichiamo sempre le agenzie prima di attivare le loro utenze on-line, in quanto tra gli scopi della nostra attività ci siamo posti quello di valorizzare la figura dell’agente immobiliare, inteso non solo come mediatore, e basta, ma come supporto e guida nel lungo e tortuoso iter di acquisto, che vede coinvolto l’utente dalle verifiche sulle ipoteche al rogito.

Francesco Beraldo: Ti ringrazio Andrea per la tua disponibilità, al prossimo intervento!

Andrea Sorrentino: Grazie a te Francesco.

web site: http://bancadellecase.it/

 

 

 

 

 

 

 

Nessun Commento

Lascia un commento