Intervista a Diego Caponigro ideatore del Real Estate Awards

nov 17
2014

Francesco Beraldo:

Ciao Diego, questa è una intervista che faccio con piacere anche se è un po’ particolare, visto che mi rivolgo ad un “collega” con il quale condividiamo l’esperienza del digitalre…praticamente stiamo facendo due chiacchere durante l’aperitivo…scherzavo, torniamo un attimo seri.

Vorrei insieme a te parlare di questo importante evento che si terrà l’11 dicembre a Milano, il Real Estate Awards 2014. E’ evidente che è stato realizzato un imponente lavoro di comunicazione e promozione di questo premio, considerata la presenza importante su molti mezzi e canali e in considerazione anche dell’adesione come sponsor e main partner di grandi player del settore , che stiamo scoprendo in questi giorni e che a loro volta stanno diffondendo l’evento e anche caldeggiando le loro candidature, un esempio la newsletter di Casa.it di questa settimana.

Come sei riuscito ad organizzare un evento che ha una tale risonanza nel settore e al contempo mantenere gli equilibri tra questi grandi player che sono in gara.

Un po’ mi sembra di vedere uno schema adottato già in parte con il tour del digitalre, ma vorrei ce lo piegassi tu in dettaglio.

Diego Caponigro:

Ciao Francesco innanzitutto grazie per l’opportunità e sono contento di dialogare con i lettori del tuo seguitissimo Blog.

Il Real Estate Awards ovvero i premi e riconoscimenti agli operatori del Real Estate Italiano, è un evento unico nel settore ed è destinato a diventare il più importante poiché già da questa prima edizione ho raccolto tantissimo entusiasmo e partecipazione sia da parte dei mediatori immobiliari che sono i veri protagonisti ma ancora di più da parte delle aziende collegate al settore e che erogano servizi agli stessi agenti immobiliari.

A dimostrazione di questo tra gli sponsor dell’evento che hanno voluto partecipare annovero aziende molto importanti come : casa.it, immobiliare.it, RE/MAX Italia, Solo Affitti Franchising, Coldwell Banker Italy, Credipass, WeUnit, ReGold.it, Casashare, WebinarImmobiliare.com, Casapass, FRIMM, MLS RePlat, FondoCasa Franchising, Che Affitti, Prontacasa.it, MySirio, Gruppo CasaRE, e due importanti riviste di settore come “CollaboraRE” e “diCase”.

 

 

Francesco Beraldo:

Abbiamo avuto modo di carpire, sbirciando dietro le quinte dei lavori in corso, che nell’arco della giornata oltre ai vari sponsor, partner, presidenti , CEO etc.. sarà data la possibilità anche agli agenti immobiliari di essere parte attiva e di interfacciarsi con i diversi operatori del settore. Vuoi spiegarci come questo avverrà?

Diego Caponigro:

Il giorno giovedì 11 Dicembre presso l’Hotel ATA Executive di zona Garibaldi a Milano si svolgerà l’evento che è aperto a chiunque voglia partecipare in modo completamente gratuito, basta semplicemente registrarsi e votare le proprie preferenze sul sito www.realestateawards.it

È proprio il voto on line l’elemento più importante della manifestazione infatti è la prima volta nella storia di questa bellissima e affascinante professione che viene data la possibilità di esprimere liberamente una preferenza, un giudizio molto importante che rende di fatto gli operatori di settore in grado di individuare, riconoscere e premiare i player più meritevoli.

Francesco Beraldo:

Ma parliamo in particolare di alcuni momenti salienti della giornata: le due tavole rotonde.

Partiamo dalla prima che vede coinvolti i presidenti e i CEO di diversi gruppi e franchising. Ci anticipi una sintesi delle tematiche sulle quali verterà lo scambio tra i vari interlocutori?

Diego Caponigro:

Si ho deciso appositamente di iniziare la mattina parlando da subito con i rappresentanti di gruppi immobiliari importanti e società di mediazione creditizia per definire meglio quella che è la situazione attuale di mercato e quali risvolti ci potranno essere nei prossimi mesi soprattutto dal punto di vista finanziario e quindi l’acceso al credito da parte delle famiglie italiane.

Sono curioso anche io di capire come si stanno muovendo i grandi Player del settore…

Francesco Beraldo:

Alla seconda tavola rotonda parteciperanno i rappresentanti di diversi portali immobiliari. Da esperti del settore ci è stato concesso di anticipare due delle domande che verranno sottoposte alla loro attenzione e che riportiamo in anteprima al termine dell’intervista. A te chiedo però, pensi che da questa opportunità di confronto aperto, ci sarà modo di capire se ci saranno e quali potranno essere le reali evoluzioni di un settore, come quello dei portali, che sta vivendo un momento abbastanza statico?

Diego Caponigro:

Se guardiamo anche oltreoceano effettivamente nell’ advertising immobiliare l’unica evoluzione evidente a mio avviso è il passaggio da agenzia ad agente ovvero si privilegia il professionista piuttosto che il marchio. L’agente immobiliare come persona fisica è sempre più esposto alla così detta web reputation ovvero il giudizio da parte dei clienti espresso direttamente on-line su diversi portali di annunci.

Ne parleremo e non solo di questo con i rappresentanti dei portali italiani più importanti ai quali i presenti in sala potranno porre domande costruttive e confrontarsi su temi “roventi” come il web marketing immobiliare.

Francesco Beraldo:

Ti ringrazio davvero della tua disponibilità e di questo nostro momento di approfondimento, a pochi giorni da quello che si prospetta l’evento più importante dell’anno per il settore immobiliare. Diego ci vediamo l’11 dicembre al Real Estate Awards…

Diego Caponigro:

Vi aspetto tutti a Milano sarà un momento storico ma anche una bellissima festa infatti con noi quel ci sarà un comico e presentatore famosissimo ma per scoprire chi è Vi rimando a visitare il sito www.realestateawards.it.

Grazie a te.

 

In anteprima due delle numerose domande alle quali risponderanno i partecipanti  alla tavola rotonda che si terrà alle 15.15: Guglielmo Pelliccioli, Daniele Mancini di casa.it, Carlo giordano di Immobiliare.it, Il responsabile di Subito.it e Massimo Boraso di Boraso.com

1) “Nel mondo, in generale, si vedono molti portali con una interfaccia a modalitá social, il più noto su questo modello é sicuramente airbnb (il portale rivolto a chi cerca affitti di appartamenti turistici che mette in contatto in modalità social, l’ospite con l’host, grazie alle recensioni personali e alle verifiche favorendo una preventiva conoscenza di entrambi le due parti). Ritenete possibile applicare questo modello anche nel Real Estate e se fosse possibile come si potrebbe realizzare?”

2) “Nel settore ricettizio vi é una propensione sia da parte dei portali che da parte dei proprietari di immobili nel voler creare un annuncio immobiliare studiato e analizzato in tutte le sue forme, spinti forse anche dal modello di vendita a commissione, che porta a massimizzare gli sforzi per “catturare l’attenzione” dei possibili ospiti; la conseguenza diretta è una qualità degli annunci molto elevata.

Un’ analisi attuale evidenzia ancora la presenza di molti annunci con delle foto poco studiate, planimetrie scansionate su carta, testi telegrafici. Nel nostro settore cosa intendete fare per migliorare la qualità dell’annuncio? Per rendere più professionale la vostra vetrina?

Volete sapere le loro risposte?

Vi aspettiamo giovedì 11 dicembre a Milano, all’ ATA Hotel Executive Stazione Garibaldi. Non puoi mancare all’evento dell’anno.

E non dimenticare… anche portaliimmobiliari.net è in corsa come miglior blog…attendiamo il TUO voto.

 

 

Nessun Commento

Lascia un commento